Coronavirus, Borse: l’Europa tenta il rimbalzo, scatta Piazza Affari. Spread in area 255

in Economia

All’indomani della seduta peggiore dal 1987 per Wall Street e della giornata peggiore di sempre per gli indici europei Milano ha ceduto poco meno del 17%, peggio di quanto successo dopo la Brexit, il crack di Lehman Brothers e l’11 settembre), leBorse europee cercano di risollevarsi e segnano buoni rialzi. Gli investitori cercano di superare la delusione per le indicazioni arrivate dalla presidente della Bce Christine Lagarde, nonostante gli interventi di Francoforte con il potenziamento del QE e gli stimoli attraverso i finanziamenti T-Ltro. Gli investitori si aspettano interventi di carattere fiscale e l’attenzione oggi sarà posta sulla riunione della Commissione europea in vista dell’Eurogruppo del 16 marzo. Nel frattempo, la Bce ha chiarito, per bocca del capo economista Philip Lane, che resta sul tavolo l’opzione di tagli futuri del tasso di deposito e ha aperto ad acquisti mirati a favore de Paesi in difficoltà .
Piazza Affari è arrivata a guadagnare più del 9%: tutti i titoli del Ftse Mib, che in apertura non riuscivano a fare prezzo per eccesso di rialzo, sono in territorio ampiamente positivo, con guadagni superiori al 10% per Poste Italiane, Leonardo e Amplifon. In altalena lo spread: aveva aperto in calo a 253 punti, ha poi ricominciato a salire, portandosi a 270 punti, quindi è sceso di nuovo in area 255.

A Milano Consob vieta vendite allo scoperto su 85 titoli, solo per oggi 
La Consob, con delibera n. 21301 del 12 marzo 2020, ha deciso di vietare temporaneamente le vendite allo scoperto su 85 titoli azionari italiani.
Il divieto, si legge in una nota della Commissione, è stato adottato in applicazione dell’articolo 23 del regolamento (UE) n. 236/2012 in materia di “Short Selling”, tenuto conto della variazione di prezzo registrata dai titoli nella giornata del 12 marzo 2020 (superiore alle soglie previste dal citato regolamento).
Il provvedimento è in vigore nella seduta borsistica di venerdì 13 marzo 2020, sul mercato MTA di Borsa Italiana, per l’intera giornata di negoziazione. 

Wall Street cerca il recupero dopo seduta peggiore dal 1987 
Dopo avere archiviato ieri la seduta peggiore dal Black Monday del 1987, con ribassi poco inferiori al 10%, anche Wall Street va verso un’apertura positiva, in scia al rimbalzo dell’Europa. Quando mancano circa tre ore all’apertura degli scambi, i future degli indici americani sono in netto rialzo: quelli del Dow Jones salgono di 849 punti, il 4%, quelli del Nasdaq avanzano di 351 punti, il 4,86%, e quelli dello S&P 500 di 104 punti, il 4,2%. Da capire se il mercato intenda dare fiducia al Governo di Washington e alla Federal Reserve sulla risposta che stanno dando all’emergenza coronavirus: ieri Wall Street è crollata anche se la Banca centrale americana aveva annunciato l’immissione di 1.500 miliardi di euro di liquidità nel sistema monetario. Segue su sole24ore

Ultime da Economia

Vai a Inizio pagina