Coronavirus, Dolomiti Superski verso la chiusura degli impianti

in Italia/Sport

Il comprensorio sciistico più grande in Europa decide di anticipare la fine della stagione per evitare gli affollamenti e adeguarsi alle direttive del Decreto ministeriale

Dolomiti Superski, il più grande comprensorio sciistico in Europa, sta cercando un accordo tra le tre province (Trento, Bolzano e Belluno) per chiudere tutti gli impianti al massimo nel fine settimana. Il comprensorio include Plan de Corones, Alta Badia, Val Gardena / Alpe di Siusi, Val di Fassa /Carezza, Arabba / Marmolada,  3 Cime Dolomiti, Val di Fiemme / Obereggen, San Martino di Castrozza Passo Rolle, Rio Pusteria – Bressanone, Alpe Lusia / San Pellegrino, Civetta.

In un comunicato stampa apparso per alcuni minuti sul sito del comprensorio, si diceva che la decisione è stata presa “di comune accordo con le associazioni degli albergatori dei territori interessati ed in coordinamento con le Autorità politiche”, “in maniera autoresponsabile” e “in considerazione del rapido propagarsi del coronavirus nel territorio italiano e dei potenziali rischi di turisti, personale e popolazione locale in tutte le aree sciistiche servite dai suoi impianti di risalita ed al fine di preservare prima di tutto la salute e la tranquillità di chi abita questi territori, di chi vi lavora e di chi vi soggiorna”.

Il comunicato è stato poi rimosso, pare perché si sta ancora cercando un accordo tra le province sulla data di chiusura. Il testo diceva infatti che gli impianti sarebbero stati chiusi da domani, ma ci sono pareri contrastanti tra chi vorrebbe andare avanti fino a sabato, per non mandare via le persone che hanno prenotato per una settimana.

“Siamo estremamente dispiaciuti – si legge inoltre nel comunicato –  di dover prendere questa decisione di carattere assolutamente eccezionale, ma riteniamo che questo passo sia di fondamentale importanza per arginare per quanto possibile anche nei nostri territori ad altissima densità turistica, il rapido propagarsi del Corona virus. Ringraziamo tutti gli sciatori che abbiamo ospitato nelle nostre aree sciistiche durante questa stagione e ci auguriamo di poterli salutare presto nuovamente quali graditi ospiti delle Dolomiti”. repubblica.it

Ultime da Italia

Vai a Inizio pagina