COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI MAROCCHINE A BERGAMO.

in Comunicato Stampa

Comunicato stampa

La comunità marocchina di Bergamo, e di tutta Italia, unitamente alla cittadinanza locale, si avvede con rammarico del contenuto del test proposto agli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore Statale Andrea Fantoni di Clusone (Bergamo).Riteniamo che, qualunque fosse la finalità del sondaggio stesso, la deprecabile ivi proposta stigmatizzazione di un certo gruppo etnico, religioso o di certa nazionalità possa avere ricadute negative sulla società, a discapito non solo dei cittadini nati in Italia e figli di immigrati, di cui si discriminano pesantemente le origini, ma della cittadinanza nel suo insieme. Nel momento in cui si creano e alimentano etichette e pregiudizi sulle persone e, cosa anche peggiore, verticalità di valore e dignità umana, si rischia di indurre da una parte schernizzazione e bullismo (si parla comunque di ragazzi adolescenti), e al contempo si fanno emergere sentimenti di estraneità e rivalsa da parte di chi si sente vittima di tali umilianti definizioni, nei confronti di quella società che è responsabile invece della coesione sociale e della valorizzazione dell’individuo a prescindere dalle sue origini ed appartenenze.Ad aggravare il fatto, sorprende di rinvenire un testo che proponga e suggerisca stereotipi, proprio una scuola, dove alla base di ogni scelta dovrebbe vigere la finalità della formazione del cittadino al rispetto dei valori costituzionali.A tal proposito, noi come realtà associative attive da anni sul territorio nell’instaurare rapporti di dialogo per una miglior coesione sociale, gradiremmo un incontro con la Scuola per avere chiarimenti sul progetto formativo ed escludere ogni futura incomprensione.In attesa di Vostra risposta, porgiamo I nostri più sincere saluti.Per comunicazione: Abdelhadi: 392 3358453 /Amrani : 320 2180199. Maltof :328 8959353