ASLI ERDOGAN: rischia una condanna fino a nove anni e quattro mesi di prigione.

in Diritti Umani/Donna/Esteri

E’ atteso il verdetto  nel caso contro la scrittrice  turca Aslı Erdogan per oggi 14 febbraio, per il quale, la scrittrice turca, rischia una condanna fino a nove anni e quattro mesi di prigione con accuse  di “promozione della propaganda terroristica”. 

Asli Erdogan è una scrittrice e giornalista occasionale per la testata giornalistica filo-curda  Özgür Gündem , la stessa testata che  è stata chiusa, per decreto di Erdogan, dopo il fallito colpo di stato del luglio 2016. La donna è stata arrestata nel mese di agosto del 2016 e inizialmente è stata accusata di essere un membro di un’organizzazione terroristica per distruggere l’unità dello Stato, ma è stata poi rilasciata dalla detenzione preventiva il 29 dicembre del 2016 a seguito di una protesta sia a livello  nazionale che  internazionale.

Dopo il tentativo di colpo di stato a luglio del 2016, l’imposizione dello stato di emergenza da parte del governo attuale, la libertà di espressione e di stampa è quasi scomparsa in Turchia. Più di 180 agenzie di stampa sono stati chiusi sotto le leggi approvate con decreto presidenziale, e ci sono centinaia di scrittori, giornalisti e operatori dei media in carcere.

Redazione

Ultime da Diritti Umani

Vai a Inizio pagina