24 ore nella Cina del coronavirusXi in tv: «L’epidemia è un demone»

in Esteri

La morte e il contagio, i numeri dei morti e dei malati raccolti in tutto il Paese arrivano dopo la mezzanotte a Pechino. E a quell’ora cinese, inconsueta per un sistema statale che comunica al massimo fino al tramonto e preferisce non comunicare, che le autorità centrali aggiornano il bollettino delle perdite nella guerra del coronavirus. Poi lo diffondono alle 6 del mattino ora di Pechino. Così abbiamo saputo che sono cadute altre 25 persone, il totale è arrivato a 106. Primi decessi a Pechino e Shanghai. I contagiati sono saliti a 4.515 e 976 sono in condizioni critiche. Inutile illudersi, oggi sarà peggio. Corriere.it

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina