Svolta del festival cinematografico per cinque donne registe saudite

in Donna/Esteri

Gli organizzatori del festival cinematografico hanno dato il loro sostegno a cinque registe saudite per un nuovo progetto cinematografico unico.
Hind Alfahhad, Jowaher Alamri, Noor Alameer, Sara Mesfer e Fatima Al-Banawi realizzeranno cinque cortometraggi che saranno combinati in un documentario omnibus, con il pluripremiato regista palestinese Suha Arraf selezionato come supervisore alla sceneggiatura.
Finanziato dal Red Sea International Film Festival e prodotto dalla casa di produzione Jeddah Cinepoetics Pictures, il film sarà presentato in anteprima al festival inaugurale nel mese di marzo.

“Questo progetto fornisce potenti resoconti in prima persona sulla vita contemporanea in Arabia Saudita, da donne saudite, in un momento di affascinante cambiamento”, ha dichiarato il direttore del festival Mahmoud Sabbagh.
“Crediamo nella capacità del film di promuovere la diversità e l’integrazione. Supportare nuovi lavori innovativi è fondamentale per questa missione. Non c’è modo migliore di lavorare per questo se non creare opportunità per i cineasti sauditi di raccontare le proprie storie ”.
Ogni narrazione centrata sulle donne è un ritratto di personaggio intimo. Insieme, le loro diverse ambientazioni e trame mostrano la diversità della scena cinematografica contemporanea saudita, con i registi che provengono da tutto il Regno e i film ambientati in città tra cui Mecca, Madina, Jedda e Riyad.
“È stata un’esperienza unica partecipare a un film a fianco di colleghi registe saudite, raccontando storie sulla femminilità in modi distintivi”, ha detto il regista Alfahhad. arabnews

Ultime da Donna

Vai a Inizio pagina