Libia, l’Italia invia più militari

in Politica

Dopo la tregua il governo ha intensificato i suoi sforzi per avviare la tanto invocata soluzione politico-diplomatica. Il cessate il fuoco tra le forze del generale Haftar e del premier libico Al Serraj, seppur fragile, era il primo obiettivo ed è stato raggiunto grazie soprattutto al peso esercitato da Mosca ed Ankara. Ora il secondo passo è arrivare a fissare una data alla Conferenza di Berlino, invocata dall’Italia e sulla quale si sta spendendo molto la cancelliera Angela Merkel.

Secondo quanto riportato da Il Messaggero L’appuntamento sarà solo il primo passo di un processo che si annuncia molto lungo, ma nel frattempo – si ragiona a palazzo Chigi – ci sarà bisogno di assicurare che le armi tacciano e che le due principali fazioni evitino di scontrarsi di nuovo.

Ultime da Politica

Vai a Inizio pagina