Da Charlie Hebdo a oggi: il terrorismo cambia, ma è vivo

in Editoriale

di Souad Sbai

Terrorismo e radicalizzazione jihadista. Ogni nuovo anno si apre con la commemorazione della strage di Charlie Hebdo, avvenuta a Parigi il 7 gennaio 2015 per mano di spietati esecutori dell’ISIS. I morti furono 13, ma il conto salì a 17 con l’aggiunta delle vittime del 9 gennaio al supermercato kosher di Porte de Vincennes, nel ventesimo arrondissement della capitale.

Tre giorni di terrore, una ferita indelebile nella memoria collettiva dei francesi, resa ancor più dolorosa dal ricordo degli attacchi di St. Denis e del Bataclan, risalenti al 13 novembre dello stesso anno e costati la vita a 131 persone, con oltre 400 feriti.

Il 2015 è stato dunque un annus horribilis per la Francia…..

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA QUI

 

Ultime da Editoriale

Vai a Inizio pagina