Caso Gregoretti, Gasparri: «Negare l’autorizzazione a procedere per Salvini»

in Politica

«Proporre all’assemblea il diniego alla richiesta di autorizzazione a procedere» nei confronti di Matteo Salvini per il ritardato sbarco dei 131 migranti tenuti a bordo della nave «Gregoretti» l’estate scorsa, vicenda per la quale l’ex ministro dell’Interno è indagato con l’accusa di sequestro di persona. È questa la richiesta che Maurizio Gasparri — presidente della Giunta per le immunità del Senato e relatore del caso — ha portato questa mattina alla riunione in corso a Sant’Ivo alla Sapienza.

«Conte non fermò Salvini»

L’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini — scrive Gasparri — non agì da solo. «È sicuramente configurabile un coinvolgimento politico governativo» del premier Giuseppe Conte, «comprovato dall’assenza di qualsivoglia presa di posizione contraria sulla conduzione del caso Gregoretti da parte del ministro Salvini e sulle scelte da lui operate, a prescindere dalla configurabilità o meno di un concorso nel reato del presidente Conte, elemento sul quale la giunta non può, anzi non deve esprimersi».

L’incognita sui tempi

Sulla decisione finale della Giunta resta però l’incognita dei tempi. Lo stesso Gasparri aveva annunciato il voto il 20 gennaio, cioè una settimana prima delle elezioni regionali in Emilia-Romagna. La conferenza dei capigruppo del Senato, però, ieri ha sospeso le attività di Aula e Commissioni dal 20 al 24 gennaio. «Per me è tutto confermato», ha ribattuto Gasparri. Il braccio di ferro sulla tempistica è appena iniziato, con la maggioranza intenzionata a rinviare il voto a dopo le Regionali nel timore di fornire a Salvini un argomento di propaganda elettorale.

M5S: «Rinviare il voto»

È il senatore del Movimento Cinque Stelle Mattia Crucioli il primo a porre formalmente la questione dei tempi in Giunta, chiedendo di rinviare il voto tenendo conto della sospensione delle attività delle commissioni di Palazzo Madama prevista dal 20 al 24 gennaio. Il M5S chiede inoltre un ulteriore approfondimento dell’istruttoria. corriere

Ultime da Politica

Vai a Inizio pagina