Il ministro degli Esteri del Qatar esprime le sue condoglianze al Rouhani iraniano per la morte di Soleimani.

in Esteri

Il ministro degli Esteri del Qatar Mohammed bin Abdulrahman al-Thani ha espresso le sue condoglianze sabato al presidente iraniano Hassan Rouhani per l’uccisione dell’ex comandante dell’Iran Revolutionary Guards Corps (IRGC) Soleimani, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa semi-ufficiale ISNA.
“Il Qatar comprende il profondo dolore e la tristezza che il popolo e il governo iraniani stanno sopportando nella situazione attuale e estendiamo le nostre condoglianze al popolo iraniano”, ha detto l’agenzia di stampa ufficiale IRNA al-Thani.

Non ci aspettavamo affatto che accadesse una cosa del genere, o che una tale decisione sarebbe mai stata presa. Tali azioni non hanno precedenti, e noi siamo molto preoccupati per questo”,ha detto il primo ministro del Qatar.

“Il Qatar non dimenticherà mai il sostegno dell’Iran durante i periodi difficili e siamo al loro fianco”, ha detto al-Thani, aggiungendo: “Siamo determinati a sviluppare ulteriormente le nostre relazioni con Teheran”.

D’altra parte, il presidente Rouhani ha affermato che l’Iran si aspetta che i suoi alleati condannino esplicitamente gli Stati Uniti per aver ucciso Soleimani.

“La Repubblica islamica non ha mai provocato alcuna tensione che abbia portato all’instabilità del paese”, ha affermato Rouhani, incolpando le azioni “irrazionali” degli Stati Uniti per la tensione nella regione.

“I paesi della regione devono rendersi conto che finché l’America è presente sul territorio, la regione non avrà pace”, ha detto.

Prima di incontrare Rouhani, Al-Thani ha incontrato il ministro degli Esteri Mohammad Javad Zarif e ha discusso dell’uccisione di Soleimani, ha detto l’agenzia di stampa  ISNA.

Gli Stati Uniti hanno ucciso Soleimani in un attacco notturno a Baghdad, in Iraq, autorizzato dal presidente americano Donald Trump. Un alto funzionario dell’amministrazione Trump ha detto che Soleimani stava pianificando imminenti attacchi al personale americano in Medio Oriente.

Secondo il predicatore dello sceicco Abu Dhabi, lo sceicco Zayed Grand Mosque, Wassem Yousef, il drone americano che ha ucciso Soleimani è decollato dalla base aerea di Al Udeid in Qatar.

Da Alarabyia

traduzione a cura di Cecilia Sagnelli

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina