Dna modificato, 3 anni a genetista cinese

in Diritti Umani/Esteri

 

E’ stato condannato a tre anni di carcere per aver praticato la medicina illegalmente He Jiankui, il genetista cinese nella bufera per i suoi esperimenti per la nascita di bambini con Dna modificato. Lo riporta l’agenzia di stampa statale Xinhua, aggiungendo che il ricercatore è stato anche multato per 3 milioni di yuan (circa 400mila euro) e che altre due persone sono state condannate con la stessa accusa.
“I tre accusati non avevano la certificazione adeguata per praticare la medicina e nel cercare fama e ricchezza hanno deliberatamente violato le normative nazionali in materia di ricerca scientifica e cure mediche”, ha reso noto il tribunale cinese che ha emesso la sentenza.
Gli altri due ricercatori sono Zhang Renli, che è stato condannato a due anni di reclusione ed è stato multato per un milione di yuan, e Qin Jinzhou, che è stato condannato a 18 mesi ed è stato multato per 500.000 yuan.
Gli esperimenti di He, eseguiti nel 2018 alla Southern University of Science and Technology di Shenzhen, furono duramente condannati dalla comunità scientifica mondiale e il governo cinese bloccò il lavoro del team nel novembre di quell’anno, pochi giorni dopo l’annuncio della nascita di due gemelle con il DNA modificato per evitare di contrarre l’Aids. Lo scorso gennaio le autorità cinesi hanno confermato la gravidanza di una seconda donna nell’ambito degli esperimenti di He Jiankui. ansa.it

Ultime da Diritti Umani

Vai a Inizio pagina