Nigeriano con mandato d’arresto europeo torna a Rieti nonostante l’espulsione: rimpatriato dalla Polizia

in Cronaca

La Questura di Rieti, nell’ambito dell’attività di contrasto all’immigrazione clandestina ha proceduto alla espulsione del cittadino nigeriano I.P., del 1980, già destinatario di un mandato di arresto europeo, per essersi reso responsabile di tratta di esseri umani ed immigrazione clandestina.

 

Lo straniero, infatti, nel 2016 era stato arrestato dagli investigatori della Squadra Mobile reatina poiché individuato in questo capoluogo e destinatario di un mandato di arresto europeo per essersi reso responsabile dei reati di tratta di esseri umani e di immigrazione clandestina. Lo straniero era stato, quindi, espulso dal territorio italiano.

 

Nel 2018, l’uomo aveva fatto rientro in Italia richiedendo, nella circostanza un permesso di soggiorno per motivi umanitari che la competente Commissione Territoriale di Roma aveva rigettato, rendendo necessaria l’emissione, da parte del Questore di Rieti, di un Decreto di Rifiuto del permesso di soggiorno per lo straniero che, dal mese di luglio di quest’anno, aveva fatto perdere le sue tracce evitando di lasciare l’Italia.

Rietilife

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina