Nave italiana attaccata da pirati nel Golfo del Messico

in Esteri/Italia

Si tratta della Remas della Micoperi di Ravenna. L’equipaggio ha respinto l’assalto. A bordo 9 marittimi italiani, 2 feriti in maniera non grave

Una nave italiana è stata attaccata stanotte da un gruppo di pirati nel golfo del Messico. Lo riferiscono fonti della Farnesina. L’Unità di Crisi del ministero degli Esteri “segue con la massima attenzione e in raccordo con l’ambasciata d’Italia a Città del Messico”.
Secondo quanto si apprende, ci sarebbero dei marittimi italiani rimasti feriti nell’assalto.

 Si tratta della nave Remas di proprietà della Micoperi, azienda con base a Ravenna che rappresenta uno dei maggiori contractor dell’industria offshore. Lo conferma la stessa azienda contattata dall’ANSA. La Remas è una nave di rifornimento per le piattaforme petrolifere offshore, è lunga 75 metri e con un tonnellaggio di 2.600 tonnellate. E’ stata costruita nel 2011 in Turchia e al momento naviga con bandiera italiana.

Sono due i marittimi italiani rimasti feriti in maniera non grave durante l’attacco pirata alla nave Remas nel Golfo del Messico. Il primo è stato ferito al ginocchio da una pallottola in uno scontro a fuoco, l’altro è stato colpito in testa con un corpo contundente. L’equipaggio ha respinto l’assalto. Sono nove in totale i marittimi italiani a bordo. ansa.it

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina