L’ALLEANZA ISLAMISTA-PROGRESSISTA ALL’ATTACCO DELL’ITALIA E DELL’EUROPA

in Editoriale

di Souad Sbai

Islamisti e progressisti all’attacco. Obiettivo dell’offensiva è chi in Europa non si piega all’uniformità di pensiero che i professionisti della “diversità” e del “multiculturalismo” cercano d’imporre con ogni mezzo possibile al fine di promuovere i loro reali obiettivi politici e ideologici.

 

L’alleanza islamista-progressista affonda le sue radici nel tempo. I Fratelli Musulmani sono stati infatti lungimiranti nell’individuare nelle forze di sinistra il “Cavallo di Troia” ideale per penetrare nel tessuto sociale e culturale dei Paesi europei, come delineato nel cosiddetto “Progetto”, il documento risalente al 1982 che fornisce le linee guida per l’avanzata della loro agenda fondamentalista in Europa. Il desiderio inconsulto che anima gli auto-proclamatisi progressisti di cancellare la cultura, i valori, gli usi e i costumi connaturati ai Paesi europei e al mondo occidentale nel suo complesso, per far spazio a tutto ciò che è “altro” da sé, costituisce un “asset” che i Fratelli Musulmani hanno saputo sfruttare con grande abilità.

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE CLICCA QUI

 

Ultime da Editoriale

Vai a Inizio pagina