Siria, altre due combattenti curde uccise dall’esercito di Erdogan

in Esteri

Ceylan Aşkan e Sakîna Mıhemed, due combattenti curde impegnate negli scontri con l’esercito turco e le milizie jihadiste alleate di Erdogan nel nord est della Siria, sono morte in battaglia.

Secondo quanto riportato da TPI a rendere noti i loro nomi è il comando generale delle unità di difesa delle donne (Yekîneyên Parastina Jin, Ypj), sul sito dell’Unità di protezione delle donne. I nomi di battaglia delle due combattenti sono Ronahî Gewda e Sara Tîrêj. “La resistenza contro l’invasione dell’esercito turco e dei mercenari continua. Impegnati a difendere i valori dell’umanità, le donne resistono al fascismo di Erdoğan come hanno resistito all’Isis. Le compagne Ronahî e Sara si sono oppostei agli attacchi di invasione dello stato turco con grande impegno e determinazione”, hanno detto le autorità curde.