Roma: divieto auto diesel Euro 3 anello ferroviario. Rischio multe dal 4 novembre 2019 „Diesel Euro 3 stop nell'Anello Ferroviario: da oggi 230mila auto a rischio multa“

in Ambiente/Attualita'

Da oggi, 4 novembre 230 mila auto diesel Euro 3 non potranno entrare nell’Anello Ferroviario. Il divieto, annunciato a febbraio e formalizzato in una delibera di giunta a maggio, è entrato in vigore e da oggi, chi non lo rispetta, andrà in contro ad una multa salata. Il provvedimento sarà in vigore 24 ore su 24 dal lunedì al venerdì, festivi esclusi ed è prevista l’esenzione dal divieto per alcune categorie, compresa quella dei veicoli dotati di contrassegno per disabili.“

Roma: divieto auto diesel Euro 3 anello ferroviario, rischio multe dal 4 novembre 2019

Sempre nell’Anello Ferroviario, per i veicoli adibiti al trasporto merci, invece, è previsto un periodo transitorio, da oggi al 31 marzo 2020, durante il quale il divieto per i diesel Euro 3 sarà in vigore sempre dal lunedì al venerdì, ad eccezione dei festivi infrasettimanali, in due diverse fasce orarie: al mattino dalle 7.30 alle 10.30 e nel pomeriggio dalle 16.30 alle 20.30.

Il divieto di accesso alla Ztl Anello Ferroviario è invece già in vigore, sempre dal lunedì al venerdì (e sempre festivi esclusi) per le auto a benzina Euro 2 e per i ciclomotori e i motoveicoli, a 2 e 4 tempi, a due, tre e quattro ruote Euro 1.

Roma: divieto auto diesel Euro 3 anello ferroviario, rischio multe dal 4 novembre 2019

Le minicar diesel Euro 0 e 1 nell’Anello Ferroviario si fermano invece dal lunedì al venerdì. L’Anello Ferroviario è all’interno della Fascia Verde dove già vige il divieto di accesso per autoveicoli Pre-Euro 1 (benzina e diesel) e Euro 1 (benzina e diesel) e Euro 2 (diesel). “ Roma: divieto auto diesel Euro 3 anello ferroviario, rischio multe dal 4 novembre 2019″
Le multe per chi trasgredisce vanno da 168 a 679 euro. Non solo: se si viene colti in flagrante una seconda volta entro due anni, è prevista anche la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente  da quindici a trenta giorni.
Romatoday