I ceci fanno dimagrire? La risposta della medicina

in MAIN

I ceci fanno dimagrire? Secondo uno studio condotto dai ricercartori del St. Michael Hospital, in Canada, mangiare una porzione di ceci al giorno riduce i livelli di colesterolo e aiuta a dimagrire. Ricchi di vitamine, sali minerali e proteine i ceci sono il legume perfetto per chi vuole perdere peso senza perdere energia. I ceci sono considerati un cibo spazzino che aiuta a depurarsi, stimolando la funzionalità dell’apparato digerente ma anche di quello nervoso. Forniscono nutrienti preziosi come proteine, vitamine del gruppo B, lipidi, fosforo, potassio, magnesio, calcio, silice. E poiché sono ricchi di triptofano e arginina, aminoacidi legati alla produzione di serotonina sono anche un’ottima fonte per il buonumore. «I ceci hanno un’eccellente azione diuretica – spiega a dottoressa Nicoletta Bocchino, biologa nutrizionista – apportano, infatti, fibre, che favoriscono la regolarità dell’intestino. Sono, poi, una buona fonte di vitamine del gruppo B. In particolare, sono ricchi di vitamina B3 e B9, utili per il metabolismo, il meccanismo che fa bruciare calorie. Inoltre, anche se contengono elevate quantità di carboidrati, per via dell’abbondanza di fibre che contengono e che permettono un prolungamento del senso di sazietà».Come cucinare i ceci? Cucinare i ceci in modo corretto è un procedimento lungo e delicato che necessita di alcune regole base da tenere presente. Prima di cucinare i ceci secchi occorre sempre metterli in acqua a temperatura ambiente per circa 10-12 ore. In questo caso più stanno ammollo e meglio è. Attenzione, però, a non superare mai le 24 ore. L’amido contenuto in questi legumi, infatti, assorbe umidità e i semi, gonfiandosi, recuperano consistenza. I ceci vanno coperti completamente di acqua. Per ogni chilo di ceci secchi occorre utilizzare sei litri di acqua. non bisogna mai dimenticare di cambiare l’acqua due volte nell’arco delle 12 ore. Quando si tolgono d’ammollo i ceci vanno lavati per bene sotto l’acqua. Una volta scolati si possono iniziare a cucinare. In genere vanno cotti per circa tre o quattro ore.

 

Quali sono i benefici dei ceci? I ceci fanno bene al cuore perché contengono gli acidi grassi Omega 3, infatti che mantengono in buona salute il sistema cardio-circolatorio, abbassante questo o i trigliceridi e regolarizzando il battito cardiaco. Grazie alla presenza di lecitina e acidi grassi polinsaturi i ceci sono utili per abbassare i livelli di colesterolo cattivo (LDL) e alzare quello buono (HDL). Il potassio contenuto dai ceci tiene sotto controllo la pressione arteriosa e previene le malattie reumatiche. Alcuni minerali contenuti nei ceci sono davvero salutari. Calcio, ferro, zinco e magnesio, insieme alla vitamina K, sono utili per rinforzare le ossa. Il molibdeno previene le carie dentali. Il ferro aiuta anche a combattere l’anemia. Lo zinco invece rafforza il sistema immunitario. Il magnesio apporta benefici alla circolazione sanguigna. Contribuisce inoltre all’apporto di sostanze nutritive. Il folato mantiene bassi i valori l’omocisteina, un amminoacido presente nel sangue, che se supera una certa soglia, aumenta il rischio di infarto o ictus. Anche il contenuto di saponine, sostanze antiossidanti, riduce la probabilità di infarto. La colina dei ceci protegge il fegato, nella prevenzione e nel trattamento di alcune malattie come tumore, epatite o cirrosi. Nei ceci sono presenti anche delle sostanze antiossidanti che riducono il rischio di tumore al seno. I ceci fanno bene anche agli occhi e ai capelli grazie alla vitamina A che possiedono. La presenza di fibre solubili, invece, aiuta a regolare l’attività dell’intestino. Le fibre solubili favoriscono l’eliminazione del colesterolo attraverso le feci, migliorando così la circolazione sanguigna. Cefalunews