Qatar fuori dallo squadrone arabo .. e con un twitter sostiene l’attacco turco

in Esteri/SPECIALE SIRIA TURCHIA
Erdogan Tamim-Al Thani

Le condanne arabe e occidentali dell’aggressione turca contro la Siria continuano, ma Doha ha tradizionalmente favorito l’attacco turco contro la Siria con un Twitter, fuori dallo squadrone arabo, sostenendo un regime che cerca di attuare un’agenda espansionistica “malvagia” nella regione siriana.

La condanna unanime dell’intervento turco, che è stata descritta dalla Lega araba e da molti paesi arabi e stranieri come un palese attacco alla sovranità dei territori siriani, non ha impedito a Doha di esprimere la sua posizione di dissenso nelle parole del suo ministro della difesa, dichiarando il suo sostegno alle operazioni militari turche nel nord-est della Siria.

Il ministro della Difesa del Qatar, Khalid bin Mohammed al-Attiyah, ha annunciato il sostegno di Doha all’operazione militare lanciata mercoledì da Ankara nel nord della Siria durante una conversazione telefonica con il ministro della Difesa turco Hulusi Akar, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Anatolia.

L’agenzia di stampa del Qatar (QNA) ha riferito giovedì che l’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al Thani, ha avuto una conversazione telefonica con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, durante la quale, insieme hanno esaminato le relazioni strategiche tra i due paesi fratelli e i modi per migliorarli, oltre a discutere degli ultimi sviluppi regionali e internazionali. Soprattutto gli eventi in Siria “.

Oltre alle posizioni internazionali che condannano la mossa turca, la posizione del Qatar non ha tenuto conto della posizione di molte organizzazioni internazionali per i diritti umani, che hanno affermato che le azioni della Turchia violano il diritto internazionale e la flagrante violazione della sovranità degli Stati.
L’identificazione tra il Qatar e la Turchia su questo tema non ha sorpreso molti esperti nelle relazioni tra i due paesi, poiché la posizione del Qatar sull’operazione militare turca nel territorio siriano dimostra ancora una volta la natura della relazione e gli interessi comuni che portano Doha ad Ankara.

La posizione del Qatar è anche un nuovo indicatore della convergenza delle opinioni dei due paesi su molte questioni internazionali, che sono note per sostenere gruppi estremisti e per sponsorizzare e finanziare molti gruppi terroristici in tutto il mondo.

La recente posizione del Qatar solleva una serie di domande sulla sottomissione della politica estera del Qatar al regime turco, in cui lo scrittore e ricercatore politico Abdullah al-Junaid ritiene che Doha stia cercando di convincersi che ha una dimensione politica per contravvenire al consenso arabo e internazionale, anche a spese delle vittime in un paese arabo.
Al-Junaid non è stato sorpreso dalla reazione del Qatar all’azione militare turca: Doha ha una lunga storia di supporto alle organizzazioni terroristiche che hanno commesso crimini e atrocità in molti paesi.

Al-Junaid ha dichiarato in un’intervista a Sky News Arabia che il progetto turco e del Qatar sono identici e basati sull’idea di condividere la geografia della regione, e che Doha fa parte del progetto di espansione guidato dal presidente turco e che qualsiasi espansione della Turchia, sia attraverso l’occupazione o imponendo programmi politici, si rallegra della leadership del Qatar. Le due parti sono partner dal 2006.

Tradotto da Redazione

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina