Borsa Italiana, il rialzo arriva nelle ultime ore

in Economia

Chiusura positiva per il FTSEMib di Piazza Affari, dopo un avvio in rosso e una giornata senza grandi scossoni. In territorio lievemente positivo anche le altre borse del Vecchio Continente. In rialzo anche l’apertura dei principali indici americani. A Milano ok le banche. In Italia gli sono rimasti sul mondo politico: dopo un vertice nella notta tra domenica e lunedì non si sarebbe raggiunta un’intesa, tra le forze governative, sulla nota di aggiornamento al DEF, il documento di economia e finanza che si sarebbe dovuto presentare venerdì ma che invece appare ancora lontano dall’essere finalizzato. Le diplomazie lavoreranno per tutta la giornata in vista del consiglio dei ministri in programma in serata. Nel frattempo, nelle scorse ore, gli analisti di Jp Morgan hanno deciso di migliorare a “overweight” (sovrappesare) il loro rating sui titoli europei a scapito delle azioni statunitensi (declassate a “neutrale”). La banca d’affari americana inverte così la sua preferenza di lunga data. Alla base della decisione i nuovi stimoli monetari della BCE. Così in chiusura il FTSEMib ha registrato un progresso dello 0,41% a 22.108 punti (minimo di 21.934 punti, massimo di 22.131 punti). Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,51%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,68%) e per il FTSE Italia Star (+0,09%). L’euro è sceso a 1,09 dollari, mentre il bitcoin si conferma sugli 8.000 dollari (poco meno di 7.500 euro). Lo spread Btp-Bund è sceso poco sopra i 138 punti. Occhi sui bancari, un comparto complessivamente in rialzo. Unicredit è salita dello 0,15%. Secondo quanto riportava sabato scorso il Sole24Ore sarebbero in corso delle trattative tra la società guidata da Jean Pierre Mustier e doValue (la ex doBank, -0,78%) per la cessione da parte della prima di un maxi-portafoglio di mutui ipotecari da 5 miliardi di euro alla seconda, che agirebbe in qualità di servicer. In un altro articolo – sempre del Sole24Ore di sabato – si parlava di un altro bancario: Monte dei Paschi di Siena (+1,53%). Secondo quanto riportato dal quotidiano economico dovrebbero arrivare a inizio ottobre le offerte vincolanti per un portafoglio di immobili, del valore di 300 milioni di euro, messo in vendita dalla banca senese. Nel comparto spicca il +1,93% di BancoBPM. In positivo anche IntesaSanpaolo (+0,69%). Bene Poste Italiane (+1,66%).Si è salvata sul finale Fiat Chrysler Automobiles (+0,05%). Venerdì in serata la Securities and Exchange Commission (la SEC, l’equivalente statunitense della nostra Consob), ha comunicato di aver raggiunto un accordo con FCA US e Fiat Chrysler Automobiles in merito alla questione relativa alla rendicontazione dei dati relativi alle vendite. L’accordo prevede un pagamento di 40 milioni di dollari, che – secondo FCA – “non avrà effetti significativi sui risultati della società”. Tra gli industriali alcuni delle flessioni più marcate: STM (-0,25%), Pirelli (-2,02) e Amplifon (-0,88%). Nel settore è viaggiata in controtendenza Prysmian (+0,79%). Come ogni lunedì occhi sulle squadre calcistiche quotate. Nel fine settimana tutte e tre, Juventus (+2,29%), Roma (+1,8%) e Lazio (+0,32%), sono risultate vincitrici nelle rispettive partite di campionato mantenendo la propria porta inviolata. .Giornata difficile per Indel B (-7,31%). Il gruppo che produce impianti di refrigerazione per la mobilità ha incassato una bocciatura da parte di Banca Akros e ha perso il 7,31%. Gli analisti della banca italiana hanno abbassato da “buy” (acquistare) a “neutrale” la propria raccomandazione, e da 29 euro a 25 euro il proprio prezzo obiettivo. Tra i titoli dell’AIM Italia spicca il balzo di Iervolino Entertainment (+7,78%), anche sospesa per eccesso di rialzo. La società attiva nella produzione di contenuti cinematografici e televisivi ha annunciato la sottoscrizione di un accordo quadro con Paradox Studios, società di produzione di film indipendenti specializzata in co-produzioni internazionali. Tale accordo prevede per Iervolino Entertainment ricavi per almeno 12 milioni di euro relativi alle produzioni di cinque opere filmiche. Esordio pirotecnico, all’AIM Italia, per Websolute (+53,33%).  soldionline.

Ultime da Economia

Vai a Inizio pagina