BOLIVIA: emergenza idrica, i ghiacciai andini si stanno sciogliendo

in Ambiente/Esteri
La Paz Bolivia

Nella capitale più alta del mondo le risorse idriche si stanno esaurendo  a causa dell’effetto combinato dello scioglimento dei ghiacciai andini  per la siccità e la cattiva gestione del paese.
Ma la gente del posto nella capitale della Bolivia La Paz , invece di arrendersi , sta cercando nuovi modi per affrontare il cambiamento climatico.
Le vette nevose delle Ande, su cui si è fatto affidamento per riempire i bacini idrici della città,  stanno scomparendo ad un ritmo che ha allarmato gli scienziati. Nel distretto della Valle de Las Flores nella parte orientale della città, le persone stanno iniziando ad adattarsi alla scomparsa delle risorse idriche.
I lavatoi pubblici – dove l’acqua è libera – stanno diventando sempre più popolari, poiché i residenti cambiano le loro abitudini riguardo all’utilizzo dell’acqua.
In alcuni quartieri, i locali si sono abituati a conservare l’acqua piovana nelle cisterne, pronti per quando arriva la stagione secca. La grave siccità che dura dal mese di novembre 2016 a febbraio 2017 è stata attribuita agli effetti combinati del ciclo del tempo di El Nino, della cattiva gestione delle risorse idriche e dei cambiamenti climatici.
L’UNESCO ha introdotto un “Atlante sul ritiro dei ghiacciai andini e la riduzione delle acque glaciali” per mappare gli effetti del riscaldamento globale nel 2018.
Ha affermato che “il riscaldamento globale potrebbe causare la perdita del 95 percento dell’attuale permafrost in Bolivia entro il 2050 e del 99 percento entro il 2099”.
Un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica Nature, citando l’analisi delle immagini satellitari, ha riferito che “i ghiacciai andini sono tra quelli che si riducono più velocemente”.
Tra il 2000 e il 2018, i ghiacciai hanno perso in media 23 miliardi di tonnellate di ghiaccio all’anno, secondo Nature
“Quando i ghiacciai scompaiono, non saranno più in grado di fornire acqua durante la stagione secca”, ha dichiarato Sebastien Hardy, che sta studiando i ghiacciai locali per l’Istituto francese di ricerca e sviluppo.
Il ghiacciaio di Chacaltaya, una volta la stazione sciistica più alta del mondo, è già scomparso. Gli scienziati hanno affermato che il ghiacciaio ha iniziato a sciogliersi a metà degli anni ’80. Nel 2009 era già svanito.
La diga di Inkachaka, a pochi chilometri da La Paz, è attualmente più che mezza piena, alimentata da nevicate durante l’inverno australe.
Ma le vette nevose sulle montagne vicine, visibili fino a 30 anni fa, non esistono più.

Redazione

Ultime da Ambiente

Vai a Inizio pagina