Bce, Lagarde è la nuova presidente: via libera del Parlamento europeo. M5s si astiene

in Politica

Lagarde è la nuova presidente della Banca centrale europea e il primo novembre succederà a Mario Draghi. La plenaria del Parlamento europeo ha approvato la sua nomina con voto a scrutinio segreto: i sì sono stati 394, 206 i contrari, 49 le astensioni. Gli eurodeputati del Movimento 5 Stelle avevano annunciato l’astensione, confermando le perplessità ed il voto già espresso in commissione Econ (commissione per i problemi economici e monetari), che aveva dato l’ok alla nomina lo scorso 4 settembre.

Il voto del Parlamento Ue è stato a maggioranza semplice e consultivo, mentre la decisione finale verrà presa dal Consiglio europeo. Il 16 settembre l’Eurocamera aveva respinto la richiesta di spostare ad altra data il dibattito con relativa votazione considerata l’assenza della stessa candidata.

Considerata tra le donne più influenti del mondo, Lagarde è la prima donna a guidare la Bce. Nel 1981 entrò a Parigi nello studio legale Baker & McKenzie, ma la sua carriera politica è iniziata nel 2000 con Chirac. Economista fuori dagli schemi, è stata la prima donna al ministero dell’economia con l’ex presidente Nicolas Sarkozy, le prima donna nominata direttore generale del Fondo monetario internazionale e infine, a 63 anni, sarà la prima donna a guidare la politica monetaria dell’Unione. il fatto quotidiano

Ultime da Politica

Vai a Inizio pagina