Meloni al governo: “Non c’è onore nel vostro tradimento

in Politica


Giorgia Meloni, nel corso del suo intervento presso la Camera dei deputati, ha già dato l’avviso di sfratto all’esecutivo giallorosso: “Sarete travolti da un’Italia libera e sovrana”, ha scandito il leader sovranista e conservatore di Fratelli d’Italia.

Il partito di centrodestra che la Meloni rappresenta non ha votato la fiducia al Conte Bis. E questo era un fatto scontato. L’ex ministro della Gioventù, però, ha anche voluto porre il tema del “tradimento”: “Il palazzo non si può organizzare contro il popolo – ha tuonato il vertice politico di Fdi – . In quanto a trasformismo – ha aggiunto – Scilipoti allaccia le scarpe a Di Maio”. Il MoVimento 5 Stelle, quindi, quale campione di trasformismo parlamentare. Poi è arrivata la stoccata sul cambio di bandiera: “Non c’è onore nel tradimento, la Costituzione su questo parla chiaro. Il focus è anche quello sul rapporto con gli enti sovranazionali dell’Unione europea a cui l’Italia viene “riconsegnata”, stando al parere del parlamentare di Fratelli d’Italia. La manifestazione di questa mattina davanti Montecitorio è stata interpretata come un successo: “Oggi in piazza c’erano 30mila persone”, ha fatto presente, citando coloro che oggi si sono recati a Roma per contrastare quello è già stato ribattezzato il “patto della poltrona”. Ma c’è stato anche spazio per un attacco al presidente del Consiglio. Lo stesso uomo che, fino a qualche settimana fa, mediava tra la Lega di Matteo Salvini e i grillini di Luigi Di Maio.


“Volgare – ha continuato Giorgia Meloni, come si legge sull’Adnkronos – è imbullonarsi alle poltrone. E’ che non capite quali siano le priorità”. Come se l’esecutivo giallorosso, insomma, non avesse contezza della situazione sociale del Belpaese. E dei sentimenti espressi dagli italiani. Fratelli d’Italia, come il resto del centrodestra, farà parte con convinzione della opposizione. Il presidente nazionale di Fdi ha anche promesso che non ci saranno “sconti”, sottolineando come il nascente governo sia composto, stando alla sua visione, da “politicanti terrorizzati dal giudizio popolare”. Ma c’è anche un aspetto previsionale. La Meloni si è detta certa di come questo governo sia nato anche in relazione all’elezione del prossimo presidente della Repubblica: “Il presidente della Repubblica lo facciamo eleggere ai cittadini e vediamo se Romano Prodi ci arriva”, ha tuonato, ribadendo quindi la sua linea presidenzialista. Fratelli d’Italia, infatti, propone da tempo che la massima carica dello Stato divenga una figura elettiva. “Il vero e ultimo vostro obiettivo – ha specificato ancora – è portare alla Presidenza della Repubblica Romano Prodi”. Dipendesse dalla Meloni, il presidente della Repubblica lo sceglierebbero gli italiani.ilgiornale