Miss Italia, finalista vittima di razzismo Per la 20enne padovana Sevmi Tharuka Fernando l’ “in bocca al lupo” Denny Mendez.

in Donna/Le Brevi

Non è ancora iniziato il concorso di Miss Italia (inizierà il 6 settembre), che già si fanno sentire i cosiddetti “haters”, gli odiatori del web, nei confronti delle partecipanti di origine non italiana (almeno da parte di un genitore). L’ANSA informa che è stata vittima di insulti razzisti una delle finaliste del concorso, Sevmi Tharuka Fernando, 20enne di origine cingalese residente a Villanova di Camposampiero (Padova), dove fa la modella per una scuola di hair stylist. Il padre si è trasferito in Italia circa 30 anni fa, poi l’ha raggiunto la moglie e Semvi è nata a Padova.

Sevmi (come altre Miss vittime di razzismo in questi anni) ha ricevuto il sostegno di Denny Mendez, Miss Italia 1996, a suo tempo al centro di polemiche per le sue origini dominicane (ma non così violente come accade oggi). “Auguri! In bocca al lupo!” ha scritto Denny sui social, ricevendo un “Grazie infinite! Viva il lupo!”dall’aspirante Miss Italia 2019.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Donna

Vai a Inizio pagina