Terrorismo, UK: arrestato il tagliatore di teste Isis che prendeva sussidio pubblico

in Esteri/Le Brevi

Pochi giorni fa è stato arrestato in Siria un jihadista belga noto come “il boia dell’Isis a Raqqa” è accusato di aver ucciso oltre 100 persone: si chiama Anouar Haddouchi noto anche come Abou Souleymen al Belgiki.

Secondo il britannico Mirror Haddouchi, un 35enne, “è detenuto attualmente in un carcere gestito dalle forze democratiche siriane nel Nord siriano dopo essere stato catturato assieme a sua moglie da forze curde” e avrebbe finora tranquillamente percepito “sussidi dalle istituzioni britanniche” nonostante avrebbe decapitato oltre cento persone vittime del Califfato. Il ministro del Lavoro e della Previdenza del Regno, Amber Rudd, ha subito bollato la vicenda come “una vergogna” e, allo stesso tempo, ha promesso un’indagine interna finalizzata ad accertare le “leggerezze amministrative” che hanno causato questa prolungata erogazione di sussidi al terrorista islamico.

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

 

 

 

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina