Morbillo in Europa: dati preoccupanti

in Salute

Giungono dati preoccupanti sulla diffusione del morbillo in Europa: come scrive il sito Business Insider Italia, sono stati registrati nel Vecchio Continente più casi di malattia nei primi 7 mesi del 2019 che in tutto il 2018, già anno record in negativo. Il Prof. Martin Marshall, presidente del Royal College britannico, ritiene che le uniche cause siano la disinformazione e le campagne anti-vacciniste. “È chiaro che stiamo ancora soffrendo di affermazioni del tutto infondate in merito al morbillo – ha affermato il luminare -Teorie che che sono state perpetuate negli anni ’90 e ora sono in ripresa sui social media e su altre piattaforme online”.

Diversi giornali italiani riferiscono che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha fatto sapere che il morbillo è comparso in quattro Stati in cui sembrava non esserci più: parliamo di Albania, Repubblica Ceca, Grecia e Regno Unito. In tutto sono stati registrati nel 2019 circa 90.000 casi in Europa.

Tutti i Paesi in cui la malattia è ricomparsa, hanno una copertura vaccinale molto alta, fa presente un’esperta,  Kate O’Brien, del dipartimento dell’OMS dedicato all’immunizzazione: ciò significa, spiega la studiosa alla BBC, che il numero di vaccini non è più sufficiente. E anche O’Brien accusa la disinformazione in materia, in particolare quella che circola in rete.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Salute

Vai a Inizio pagina