Hong Kong: sale la tensione. La Polizia usa le pistole e i cannoni ad acqua

in Esteri/Le Brevi

Non c’è pace ad Hong Kong. La situazione è sempre più incandescente e manifestanti e polizia sono tornati a scontrarsi di nuovo e per la prima volta due automezzi con i cannoni ad acqua, ma anche gli agenti puntare a Tsuen Wan le pistole contro attivisti e giornalisti sparando alcuni colpi di avvertimento verso l’alto, secondo quanto riportano i media locali mentre in una nota rilasciata nella serata di ieri, il portavoce del governo della Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong ha dichiarato che la polizia perseguirà rigorosamente tutti gli atti illegali, facendo appello ai dimostranti di “interrompere le violenze”.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it


 

Costantino Pistilli


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina