G7: con grande sorpresa (non di Macron) arriva anche il ministro degli esteri iraniano

in Esteri/Le Brevi

L’arrivo del ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif al G7 di Biarritz ha lasciato in molti con la bocca aperta,  il presidente americano Donald Trump si è limitato ad un “no comment”. Il Presidente francese Emmanuel Macron alla vigilia del vertice aveva incontrato Zarif a Parigi. Un colloquio, quello con il Ministro degli Esteri iraniano, definito “costruttivo e produttivo”dall’agenzia iraniana Irna.

L’Iran vuole esportare un minimo di 700.000 barili al giorno di petrolio e idealmente fino a 1,5 milioni di barili al giorno se l’Occidente vuole negoziare con Teheran per salvare un accordo nucleare del 2015, due funzionari iraniani e un diplomatico hanno detto a Reuters su Domenica.


“Come gesto di buona volontà e un passo verso la creazione di spazi per i negoziati, abbiamo risposto alla proposta della Francia. Vogliamo esportare 700.000 bpd di petrolio e ricevere pagamenti in contanti … e questo è solo per iniziare. Dovrebbe arrivare a 1,5 milioni di bpd “, ha detto un alto funzionario iraniano, che ha chiesto di non essere nominato.

Un secondo funzionario ha affermato che “il programma iraniano sui missili balistici non può e non sarà negoziato. Lo abbiamo sottolineato chiaramente e apertamente”.

I funzionari non hanno elaborato il riferimento a una proposta francese. I funzionari francesi non sono stati immediatamente disponibili per un commento.

Un diplomatico iraniano ha affermato che l’Iran ha anche escluso qualsiasi negoziato sul suo “diritto ad arricchire l’uranio, il suo ciclo del combustibile nucleare fatto in casa … e in cambio saremo pienamente impegnati nel patto nucleare del 2015”.

Fonti del settore hanno riferito a Reuters che le esportazioni di petrolio iraniano sono diminuite a luglio fino a 100.000 barili al giorno a causa delle sanzioni imposte agli Stati Uniti da quando il presidente Donald Trump è uscito dal patto del 2015 lo scorso anno.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

 

Costantino Pistilli


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina