Nuovo messaggio di Al Qaeda: “La moglie di al-Zawahiri prigioniera del Pakistan”

in Esteri/Le Brevi

Al-Qaeda ha accusato le forze di sicurezza pakistane di detenere la moglie del suo capo, Ayman Al-Zawahiri, e altre due famiglie dei “martiri” del gruppo di ribelli per quasi un anno.Il canale responsabile di tutte le comunicazioni ufficiali del comando centrale di al Qaeda, ha diramato un nuovo comunicato dal titolo “Dichiarazione sulla cattura delle famiglie dei Mujahideen ad opera del traditore esercito pakistano” dove si legge: “Per ordine dell’intelligence statunitense, le traditrici autorità pakistane detengono da quasi un anno diverse famiglie dei Mujahideen. Tra queste la signora Sayyida Muhammad Ahmed Halwah, moglie di Ayman al-Zawahiri ed i suoi figli”. Al Qaeda spiega che donne e figli dei terroristi sono stati catturati mentre tentavano di fuggire dal Waziristan (regione montagnosa del nord-ovest del Pakistan) a causa dei ripetuti raid statunitensi.

“Tutti i tentativi di mediare e negoziare con l’esercito pakistano sono fino ad oggi falliti. Il traditore fantoccio continua a trattenere queste famiglie per ordine dei suoi padroni americani. Riteniamo il governo pakistano ed i suoi padroni americani responsabili per queste azioni criminali”.

 

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

 

Costantino Pistilli

 

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Vai a Inizio pagina