Groenlandia: Trump non demorde sull’acquisto Ma dopo il "no" della Danimarca ha affermato che l'isola "non è una priorità" USA.

in Esteri

Giorni fa era trapelato dal Wall Street Journal che il presidente americano Donald Trump vorrebbe comprare la Groenlandia dalla Danimarca giudicando l’acquisto “un ottimo affare” per una serie di ragioni (incluso il riscaldamento globale), ma la prima ministra scandinava Mette Frederiksen ha risposto picche perché “la Groenlandia non è in vendita” (tuttavia il governo danese si è detto “aperto al business” con gli Stati Uniti sul territorio). Sulla questione interviene ora Trump in persona, confermando in un’intervista rilasciata nel New Jersey, di essere davvero interessato all’acquisto, ritenendolo “un grande affare immobiliare” anche per la Danimarca, a causa della crisi economica. Il quotidiano online Il Post riferisce che il leader della Casa Bianca ha definito l’acquisto dall’alleato danese “strategicamente interessante”, ma ha anche “assicurato” ai giornalisti che “non è una questione di primaria importanza”.

Ne ha comunque sottolineato i vantaggi per i danesi, che stanno “perdendo quasi 700 milioni di dollari all’anno per sostenere” la Groenlandia. Inoltre “strategicamente per gli Stati Uniti sarebbe molto bello – comprarla, ndr -, siamo un grande alleato della Danimarca, proteggiamo la Danimarca e aiutiamo la Danimarca e lo faremo”, ha aggiunto. Trump ha confermato il viaggio di Stato per incontrare la premier Frederiksen, ma ha spiegato che lo scopo non è discutere della Groenlandia.


Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina