Islanda: posta una targa per ricordare un importante ghiacciaio sciolto Si tratta dell'Okjokull, che ricopriva il cono di un vulcano chiamato Ok.

in Ambiente

L’Islanda ha deciso di porre un a targa per commemorare una sua illustre vittima del riscaldamento globale: il ghiacciaio Okjokull, che ricopriva da “soli” 700 anni il cono di un vulcano chiamato Ok. La targa è stata deposta oggi, domenica 18 agosto, ai piedi della montagna: ha avuto luogo una cerimonia apposta, scrive Il Messaggero, che ha riportato la notizia. Alla commemorazione erano presenti ovviamente numerosi ambientalisti, ma anche la prima ministra islandese, Katrin Jakobsdottir, il ministro per l’Ambiente Gudmundur Ingi Gudbrandsson, nonché l’ex presidente Mary Robinson.

Sulla placa compare una drammatica “Lettera al futuro” scritta dall’autore locale Andri Snaer Magnason, il quale fa presente che Okjokull è il primo ghiacciaio a sciogliersi e che “nei prossimi 200 anni è previsto che tutti i nostri principali ghiacciai faranno la stessa fine”, se non si porrà rimedio a causa dell’ingente quantitativo (“415ppm CO2”, cioè 415 parti per milione) di anidride carbonica nell’atmosfera.


Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Ambiente

Vai a Inizio pagina