Nucleare iraniano, Trump: “Teheran vuole nuovo accordo causa sanzioni. Ma gli Usa non si piegheranno” Il presidente americano lo ha detto in un comizio nel New Hampshire dopo tensioni su petroliera Grace 1.

in Esteri/Le Brevi

Non si placa la tensione sul nucleare iraniano: anche i media italiani riportano la notizia che il presidente americano Donald Trump, durante un comizio a Manchester, nel New Hampshire, ha osservato che la Repubblica Islamica “vuole fare un (nuovo) accordo perché le sanzioni non” le “fanno bene. Vedremo come va finire”. Il leader della Casa Bianca ha comunque assicurato: “Finché sarò presidente, l’America non si piegherà mai ad un’altra nazione, come abbiamo fatto per molti anni”.

L’accordo Jcpoa, siglato nel 2015 con Barack Obama, è saltato definitivamente il 7 luglio scorso con il ritiro di Teheran, che ha annunciato la ripresa del suo programma di arricchimento dell’uranio. D’altra parte Washington aveva annunciato a sua volta di volersi defilare dagli impegni presi dalla precedenti amministrazione e di voler ripristinare le sanzioni nei confronti dell’Iran, convinta che quest’ultimo non si sarebbe mai attenuto al patto (arricchimento dell’uranio entro il limite del 3,67%).


Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina