Castel Volturno: gavettoni e pistole ad acqua pronti contro Salvini Lui entra da ingresso secondario e i contestatori attaccano le Forze dell'Ordine e simpatizzanti leghisti.

in Cronaca/Politica

Attimi di tensione ieri, giovedì 15 agosto, a Castel Volturno, in provincia di Caserta, durante una visita del ministro dell’Interno Matteo Salvini, che nel comune campano era in procinto di partecipare ad un Comitato per l’Ordine e per la Sicurezza Pubblica. Un gruppo di contestatori si preparava a lanciargli gavettoni e a sparargli con pistole ad acqua, ma lui è passato da un ingresso secondario, perciò sono state colpite Forze dell’Ordine ed una decina di sostenitori leghisti. Uno degli oppositori ha spiegato “Il Fatto Quotidiano”: “Matteo Salvini dovrà sempre entrare dalla porta sul retro e uscire dalla porta sul retro. In Campania, a Napoli, a Castel Volturno non sarà mai il benvenuto” (non dimenticano evidentemente gli storici punti di vista della Lega sui meridionali).

Alessandra Boga


info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina