Torino, tentato sequestro di una donna in centro Fermati i tre aggressori, segnalati da alcuni passanti che hanno assistito alla scena.

in Cronaca/Le Brevi

Shock alle 11 della mattina di oggi, mercoledì 14 agosto, in piazza San Carlo, in centro a Torino, dove la polizia, con l’aiuto di alcuni passanti, hanno sventato un tentativo di sequestro. La vittima (spiegano i giornali) era una donna sui 50 anni di origine serba con passaporto australiano, che tre uomini incappucciati, poi rivelatisi di nazionalità tedesca, stavano spingendo su un furgone nero Volkswagen. Aveva le mani legate con fascette da elettricista. Con lei c’era un uomo, ma è riuscito a fuggire. I due hanno cominciato ad urlare, chiedendo ai passanti di chiamare la polizia. I mancati sequestratori hanno detto successivamente alle autorità che il rapimento era stato commissionato loro da un tedesco che aveva subito una truffa e che voleva farsi restituire il maltolto, ma che soprattutto avevano cercato di rapire le persone sbagliate.

Dopo un veloce inseguimento, sono stati fermati vicino in corso Vinzaglio, in via Giusti, vicino alla questura. Stavano cercando di nascondersi in un parcheggio privato. Ora la squadra Mobile sta indagando sull’accaduto.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina