Scomparsa di Nadia Toffa: “Le Iene” l’ha annunciata con tweet "Niente per noi sarà più come prima".

in Attualita'

In queste ore l’Italia è scioccata (possiamo chiamarlo davvero un brutto risveglio) per la notizia della scomparsa di Nadia Toffa de “Le Iene”, 40 anni compiuti solo lo scorso 10 giugno. Ad annunciare, su Twitter, che la “guerriera” non ce l’ha fatta a vincere il cancro che l’aveva colpita all’inizio del dicembre del 2018 (si era sentita male in un hotel di Trieste, città dove si trovava per lavoro), sono stati i colleghi, che le hanno dedicato un laconico e raggelante messaggio d’addio: “Niente per noi sarà più come prima. Ciao Nadia”. La scomparsa della giovane e grintosa giornalista, co-conduttrice ed inviata del programma satirico di approfondimento e di attualità su Italia 1, è avvenuta proprio la mattina di oggi, martedì 13 agosto, presso la clinica Domus Salutis della “sua” Brescia, dove Nadia era ricoverata dai primi di luglio.

La donna non aveva annunciato subito di avere la malattia, ma solo in seguito, in diretta, dopo essere tornata al lavoro e facendo in qualche modo intendere di essere guarita (“Ho avuto il cancro” aveva detto al suo pubblico commossa e senza giri di parole). Perciò si era attirata anche una pioggia di critiche perché “non si può guarire così in fretta da un tumore”: ma la sua, evidentemente, era solo una speranza che fosse davvero finita, uno sprone psicologico per continuare a combattere, per essere positiva. Nadia era tornata negli studi de “Le Iene”, ammettendo da subito, senza vergognarsi, di indossare una parrucca per la chemioterapia e poi anche con il viso gonfio di cortisone. Tempo dopo aveva chiarito: “Non sono guarita”, infatti non sempre era riuscita essere presente al programma e i suoi “silenzi” sui social mentre era impegnata con le cure, preoccupavano ammiratori e media. Ha comunque lottato per farcela, cercando anche, con un libro e sui social, di dare un messaggio di speranza (talvolta frainteso, attirandole altre crudeli critiche) alle donne che si trovavano nella sua stessa situazione, ma nel maggio scorso la malattia era ripresa violentemente fino a prendere il sopravvento questa mattina. L’ultimo tweet di Nadia Toffa risale allo scorso 10 giugno, quando lei aveva ringraziato i fans per gli auguri di compleanno e per il sostegno ricevuti, mentre l’ultimo post su Instagram è datato 1° luglio.

Intanto stato appena annunciato che la camera ardente della giornalista, sarà allestita al teatro Santa Chiara di Brescia e i funerali saranno la mattina del 16 agosto nella cattedrale del capoluogo lombardo.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Attualita'

Vai a Inizio pagina