Russia: incidente nucleare, Souad Sbai: “Uno dei peggiori casi da Chernobyl” Silenzio delle nostre Istituzioni

in Ambiente/Le Brevi

In Russia è scoppiato un missile atomico,le radiazioni si stanno espandendo ma i tg e le prime pagine dei giornali non se occupano. “Un silenzio assurdo eppure stiamo ancora pagando le conseguenze di Chernobyl”, ci dice Souad Sbai, già parlamentare e giornalista di lungo corso “Delle persone, anche qui in Italia, hanno avuto tumori alla tiroide, o altri tipi di malattie che hanno e stanno pagando con la vita. Ora ci troviamo di fronte a uno dei peggiori casi da Chernobyl e ci troviamo avvolti da un criptico silenzio. Pochi aggiornamenti e li troviamo solamente su internet. Le Istituzioni non ci dicono nulla. Dobbiamo preoccuparci? Qauli misure si stanno prendendo?Cosa si sa delle radiazioni? ” Poi Souad Sbai continua: “Nonostante l’Istituto per la ricerca nucleare di Mosca abbia sottolineato che i livelli di radioattività siano incomparabili rispetto a quelli provenienti da gravi incidenti con reattori, è allerta sulla situazione delle radiazioni. I residenti delle città della Russia settentrionale vicine alla base militare stanno facendo scorte di iodio, spaventati dall’allarme per le radiazioni lanciato il 9 agosto da Greenpeace. Si teme che la radioattività sia stata trasportata lontano dal posto dell’esplosione e che sia stata dispersa fino ad alta quota, Si pensi solamente che l’esplosione è stata avvertita fino in Norvegia, a più di 1000 km dalla Russia”. Le informazioni ufficiali sull’incidente di giovedì sono molto scarne e sono cambiate nel giro di due giorni. Sulla base di alcuni pareri il New York Times ha ipotizzato che l’esplosione sia avvenuta durante il test di un missile, e lo ha descritto come «forse uno dei peggiori incidenti nucleari avvenuti in Russia da Chernobyl» (anche se di scala molto minore). Ottenere conferme ufficiali sarà praticamente impossibile. I nostri parlamentari potrebbero, dunque, aggiornarci su cosa potrebbe succederci?

In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it


Costantino Pistilli

 

 


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Ambiente

Vai a Inizio pagina