Messico: trovata impiccata nella sua abitazione Miriam Rivera, la prima trans a partecipare al Grande Fratello Secondo il marito è stata uccisa. Lui avrebbe anche ricevuto una telefonata minatoria.

in Esteri

Giallo in Messico, dove è stata trovata impiccata in casa, nella città di Hermosillo, la modella Miriam Rivera, 38 anni, la prima trans al mondo a partecipare al Grande Fratello (aveva scelto quello australiano) e ancora prima, nel 2004, protagonista di un suo reality show, intitolato “There’s something about Miriam”, un cui lei veniva corteggiata da diversi uomini senza che sapessero che fosse una transessuale.

Leggo.it informa che il macabro ritrovamento del cadavere di Miriam, è avvenuto il 5 febbraio scorso, ma le indagini sulla sua morte rimangono aperte, anche perché secondo il marito non si sarebbe suicidata, sarebbe stata uccisa. “Il giorno che è morta, Miriam mi ha chiamato dal Messico (lui era assente per lavoro, ndr) dicendomi che si sentiva male e vomitava sangue, così le ho detto di andare in ospedale. Mi ha chiamato di nuovo prima di lasciare l’ospedale alle 12 e quella è stata l’ultima volta in cui abbiamo parlato”, ha raccontato l’uomo in un’intervista al Daily Mail. Poi ha proseguito riferendo un episodio inquietante: aveva ricevuto una telefonata minatoria di uno sconosciuto che gli aveva sibilato di non tornare nel Paese centroamericano, altrimenti sarebbe stato ucciso a sua volta. Le indagini sono rese ancora più difficoltose dal fatto che sul cadavere della 38enne non sia stata eseguita alcuna autopsia e che lei sia stata immediatamente cremata.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina