Le 10 auto più vendute al mondo fino al giugno 2019: la classifica Il veicolo più venduto in assoluto è la Toyota Corolla. Situazione in Italia (primi 7 mesi) ed Europa

in Economia

Nei primi sei mesi del 2019, cioè da gennaio a giugno, quali sono state le auto più vendute al mondo? La sezione “Motori” di Virgilio.it ha riportato una classifica: al primo posto troviamo la giapponese Toyota Corolla. Ne sono state vendute circa 596.282.

Al secondo posto c’è il Ford F-Series, il pick-up americano primo nel mercato interno ormai da moltissimi anni. Nel mondo ne sono stati venduti 539.181. Al secondo posto sempre una Toyota, la Rav 4, di cui solo a metà anno sono stati venduti 440.597 esemplari.

Quarti e quinti altri due modelli giapponesi, questa volta della Honda: la Civic e la CR-V, di cui ne sono stati venduti rispettivamente 416.571 e 381.746.

Al sesto posto troviamo un’automobile europea: la tedesca Tiguan, con 373.345 vendite. Di poco sotto è posizionata un’altra vettura teutonica, prodotta dalla Volkswagen: parliamo della Golf, con 362.849.

In ottava posizione troviamo un’altra Toyota, la Camry, con 349.944 unità immatricolate. Nono è il pick-up Ram, sempre molto forte nel mercato americano. Decima, alla fine della top ten, c’è invece la Volkswagen Polo con 322.513.

In Europa i primi tre posti sono occupati nell’ordine dalla Golf e dalle Renault Clio e Captur. Seguono la Polo, la Tiguan, le Dacia Sandero, Duster, l’Opel Corsa, la Ford Fiesta e la Peugeot 208.

Per quanto riguarda l’Italia, è stato preso in considerazione anche luglio. Rimane stabile al primo posto la Panda della FIAT. Il modello di ultima generazione ha visto la registrazione di 90.785 immatricolazioni. Molto dopo, c’è la Lancia Ypsilon, di cui ci sono state 38.997 vendite. Questa volta a poca distanza ci sono invece la Renault Clio, la Jeep Renegade, la Dacia Duster, la Citroen C3, la Fiat 500 X, la Volkswagen T-Roc, la Dacia Sandero e la Polo.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Economia

Vai a Inizio pagina