Crisi di governo: Salvini annuncia di voler tornare con Berlusconi “Gli proporrò patto per l’Italia del sì. Non escludo anche qualche grillino”, dice il leader della Lega.

in Politica

Alcuni media annunciano che Matteo Salvini, dopo aver detto di voler tornare alle urne per la crisi di governo, ha affermato anche di volere nuovamente una coalizione con Silvio Berlusconi. Non solo: ci saranno anche nuovi buoni sindaci ed amministratori, Giorgia Meloni con Fratelli d’Italia e “tanti grillini positivi che abbiamo conosciuto”, a spiegato. Insomma, il Carroccio non correrà da solo, ma proprio per uscire dall’isolamento tornerà con l’ex presidente del Consiglio ed il centrodestra. A Berlusconi “proporrò un patto l’Italia del sì contro l’Italia del no” ha aggiunto quello che finora è stato ministro dell’Interno e vicepremier insieme a Luigi di Maio.

Salvini sostiene di non rinnegare il passato governativo, ma in questi giorni ha attaccato più volte il reddito di cittadinanza dicendo nei comizi: “Tutti si lamentano con me che faticano a trovare ragazzi disposti a lavorare perché preferiscono stare a casa e incassare”.

Previsto anche un incontro con Giorgia Meloni. Già alleato anche della leader di FdI, il segretario della Lega afferma che ora “è il momento di includere, ma di includere”.

Perché Salvini ha voluto tornare con Berlusconi? In parte l’abbiamo già detto, ma anche perché non vi fossero mosse per non sfiduciare il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e per non fare rinviare il voto.

Per Salvini, ora il M5S (in primis Fico e Di Battista) ha voluto fare un accordo con il PD con l’intenzione di salvare Matteo Renzi (cosa di cui molti parlamentari e senatori sono contrari).

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Politica

Vai a Inizio pagina