Violenza sulle donne: 7 milioni di donne italiane ne sono vittime

in Donna

Sappiamo che la situazione della violenza sulle donne in Italia è gravissima: ma quanto? Gli ultimi dati Istat si riferiscono all’ultimo semestre e sono riportati sul Messaggero. Rivelano che “quasi 7 milioni di donne italiane dai 16 ai 70 anni hanno subito almeno una volta nella vita una forma di violenza: 20,2% violenza fisica, 21% violenza sessuale con casi nel 5,4% di violenze sessuali gravi, come stupro e tentato stupro. Per 3 milioni di vittime la violenza è stata commessa nel 5,2% dei casi dall’attuale partner e nel 18,9% dei casi da un ex partner”.

Sempre dall’indagine dell’Istituto Nazionale di Statistica emerge che ha subito minacce il 12,3% delle donne, spintoni il 11,5%, schiaffi, calci e morsi il 7,3%) e contusioni per mezzo di oggetti il 6,1%. Per quanto riguarda la violenza sessuale, il 15,6% delle donne ha subito la forma più diffusa: è stata baciata, toccata o abbracciata contro la propria volontà, mentre i rapporti sessuali forzati sono stati il 4,7%; i tentati stupri il 3,5% e gli stupri veri e propri il 3%.

I responsabili sono sempre partner od ex partner? Certamente no. Risultano essere anche colleghi di lavoro nel 2,5% dei casi, nel 2,6%, amici nel 3% e conoscenti nel 6,3%. In generale le violenze sulle donne sono aumentate del 20,4%. “Ma la voglia di riscatto e difesa è altissima: il 41,7% delle vittime ha lasciato il proprio compagno proprio in seguito alle violenze subite”. Inoltre il sistema di prevenzione e di supporto e leggi contro la violenza sulle donne sono fortunatamente sempre più incisivi. Ci sono per esempio i consultori, diffusi in modo capillare sul territorio italiano (per gli indirizzi si visiti sito del Dipartimento delle Pari Opportunità). Inoltre c’è il Telefono Rosa Antiviolenza e Antistalking, a cui si può chiamare al numero 1522.

E per quanto riguarda i femminicidi? Un bilancio di questi giorni riportato anch’esso dal Messaggero, è quello dell’associazione Sos Stalking, la quale rileva che nei primi sei mesi di quest’anno sono state 39 le donne uccise. Si registra un leggero calo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando sono state 44. Il numero più alto di donne che hanno perso la vita per mano di un uomo, 7 (11 nello stesso periodo del 2018), si è avuto in Lombardia, poi nel Lazio, in Sicilia ed in Emilia Romagna con 5 casi ognuna (+4 per ognuna delle regioni); in Veneto, dove sono state uccise 4 donne, 3 in Sardegna, e 2 a testa in Calabria, Piemonte e Campania. Un caso rispettivamente in Toscana, Umbria, Trentino Alto Adige e Liguria. E’ aumentata l’età delle vittime, che in 13 casi avevano più di 70 anni.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Donna

Vai a Inizio pagina