Turchia (S. Sbai): “Erdogan dovrebbe finire al tribunale dell’Aia”

in Editoriale

Turchia: è la porta d’accesso all’Europa, una nazione che potrebbe essere annessa all’Ue, ma si trova a dover fronteggiare le pressioni e le censure di Erdogan. “Continueremo a dialogare con un personaggio che ha schiacciato il popolo turco e non solo, anche tutte le minoranze – ha osservato la giornalista Souad Sbai, su Radio Cusano Campus – sono anni che Erdogan ha aperto un corridoio verso la Siria, dove si sono spostati i nostri foreign fighters. Si tratta di uno spazio aperto da sempre dove sono passati tutti i terroristi.”

Le colpe dell’Occidente

Turchia: chi sono i colpevoli di questa situazione? “Dialoghiamo coi musulmani, sono terroristi. Erdogan è un personaggio che dovrebbe andare al tribunale dell’Aia, i turchi sono un popolo moderato, non vogliono Erdogan, noi dialoghiamo con tutti – ha spiegato Souad Sbai – ma l’Occidente dia delle risposte, ci faccia capire come uscire da questa situazione, non stiamo capendo niente. Non abbiamo fatto altro che denunciare i fratelli musulmani, alimentano il terrorismo.”

La situazione in Turchia è particolarmente critica, ha incalzato l’esperta “continueremo a denunciare e lottare – si è congedata così l’esperta – il popolo turco, come quello iraniano, sta subendo atroci dittature, vecchi regimi, che non consideriamo. Dobbiamo denunciare chi prende i soldi per tacere, andiamo a cercare i soldi che prendono i nostri governanti, privatamente, per non parlare di Erdogan. Chi parla di Erdogan rischia. Se non ci rendiamo conto della situazione in cui ci troviamo non possiamo pretendere di cambiare le cose.”

E’ delle ultime ore la denuncia della distruzione di più di trecentomila libri, in Turchia. A dimostrazione dell’accentuata pericolosità in cui si trova il paese in questo momento. Non esiste una stampa indipendente e libera, il governo ha uno stretto e autoritario controllo su tutto. E’ il Guardian ad aver diffuso la notizia, con un video annesso in cui mostravano il rogo e il sequestro di una piccola fetta di storia e cultura. radiocusanocampus

 

Ultime da Editoriale

Vai a Inizio pagina