Pakistan: arrestata figlia dell’ex primo ministro Nawaz Sharif L’accusa per lei e la stessa che ha portato alla rimozione e all’arresto del padre: corruzione.

in Esteri/Le Brevi

Anche sui media italiani è rimbalzata la notizia che oggi, giovedì 8 agosto, a Lahore, in Pakistan, è stata arrestata Maryam Nawaz Sharif, figlia dell’ex primo ministro Nawaz Sharif, rimosso dall’incarico dalla Corte suprema nel 2017 in seguito all’accusa di corruzione e ora in carcere per lo stesso motivo. Fonti anonime riferiscono che quando è stata fermata dall’autorità anti-corruzione pachistana (NAB), la donna, 45 anni, vice presidente della Lega Musulmana Pachistana Nawaz (PML-N), era andata a trovare il genitore detenuto nel penitenziario di Lot Lahpat.

La figlia dell’ex primo ministro (già arrestata con il padre il 12 luglio 2018 all’aeroporto di Lahore dove erano appena atterrati da un volo proveniente da Londra) era stata convocata per oggi per essere interrogata nell’ambito di un’inchiesta di corruzione legata ad uno zuccherificio.


Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina