EGITTO, SBAI: “L’ITALIA SIA AL FIANCO DEL CAIRO CONTRO I FRATELLI MUSULMANI”

in Comunicato Stampa

Comunicato stampa

Egitto, esplosione al Cairo: incidente o attentato? “La tragedia porta in ogni caso acqua al mulino dei Fratelli Musulmani e delle loro reti terroristiche che continuano a destabilizzare il paese”. Ad affermarlo è Souad Sbai, Presidente di ACMID-Associazione delle Donne Marocchine in Italia, commentando quanto accaduto lunedì 5 agosto nella capitale egiziana, in vista della manifestazione “Basta accordi con il fondamentalismo dei Fratelli Musulmani”, che avrà luogo nel pomeriggio di oggi, mercoledì 7 agosto, a Piazza Montecitorio, Camera dei Deputati, a partire dalle ore 18.

 

L’esplosione al Cairo è stata provocata da un’automobile che viaggiando contromano si è scagliata contro altre tre vetture. Il bilancio è di 20 morti e oltre 40 feriti. Tra le ipotesi investigative, quella secondo cui l’automobile era inseguita dalla polizia perché trasportava materiale esplosivo destinato a un attacco terroristico.

 

“Quanto accaduto contribuisce a proiettare all’esterno l’immagine di un Egitto insicuro ed è questo che vogliono i leader dei Fratelli Musulmani che hanno trovato ospitalità alla corte di Erdogan in Turchia e degli emiri Al Thani in Qatar”, spiega Sbai, già parlamentare di centrodestra. “Mantenere elevato l’allarme sicurezza serve ad allontanare turisti e visitatori che possono dare ossigeno all’economia egiziana. L’obiettivo è mettere in ginocchio la popolazione per scatenare nuove rivolte, rovesciare l’attuale regime e installare una dittatura fondamentalista: i Fratelli Musulmani vogliono una nuova Primavera Araba”.

 

“Il modo migliore per agevolare il piano di conquista dei Fratelli Musulmani – avverte Sbai – è quello di abbandonare l’Egitto, lasciandolo solo di fronte alla minaccia del terrorismo jihadista”. La Presidente del Centro Alti Studi “Averroè”, con la manifestazione di oggi, intende così lanciare un appello al Parlamento e al Governo: “La stabilità dell’Egitto è di cruciale importanza per la sicurezza di tutto il Mediterraneo. L’Italia sia pertanto il primo paese in Europa a far sentire al Cairo la propria vicinanza, schierandosi al suo fianco contro il fondamentalismo dei Fratelli Musulmani”.

Ultime da Comunicato Stampa

Vai a Inizio pagina