Attentato all’Istituto Oncologico del Cairo: Mohamed Salah dona 3 milioni di dollari per ricostruzione La stella del Liverpool ha anche twittato le proprie condoglianze per l’attentato.

in Esteri/Sport

In seguito all’attentato costato la vita a 20 persone e il ferimento di altre 47 la sera di lunedì 5 agosto all’Istituto Oncologico del Cairo, l’attaccante egiziano del Liverpool Mohamed Salah ha donato 3 milioni di dollari per la ricostruzione della facciata dell’edificio, che è andata distrutta. La somma è pari a circa la metà del costo previsto. L’iniziativa è stata ufficialmente annunciata da alcuni media stranieri, tra cui la BBC. “Estendo le mie più sentite condoglianze al popolo egiziano e alle famiglie dei martiri uccisi nell’attacco terroristico codardo nelle vicinanze dell’area Kasr al-Aini ieri sera” ha scritto Salah su Twitter.

Il noto calciatore già in passato aveva fatto donazioni per l’Egitto: in particolare, nel maggio del 2018, aveva donato quasi mezzo milione di euro alla città di Basyoun, vicino a dove è nato, per l’acquisto di alcuni terreni e la costruzione di un sistema per l’erogazione dell’acqua potabile, spiegava un articolo del Messaggero.


Il Pallone d’Oro ex giocatore della Roma e della Fiorentina, aveva precedentemente finanziato la costruzione di un ospedale e di una scuola nel suo villaggio natale, Nagrig, oltre a donare alla zona un’ambulanza con un team di paramedici e devolvere più di quattromila euro al mese per aiutare famiglie egiziane povere. Nonostante la fama, quando torna in Egitto rimane sempre senza scorta, aveva raccontato il suo ex maestro elementare contattato dal Messaggero a proposito del mezzo milione di donazioni per Basyoun: “Resta sempre uno di noi”, aveva commentato l’insegnante.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it