Via al restauro del sarcofago di Tutankhamon

in Cultura


Per la prima volta dalla sua scoperta, il sarcofago del faraone verrà aperto, per essere sistemato.

Lo ha annunciato Khaled al Anani, il ministro della Cultura egiziano, specificando che il restauro dell’opera storica durerà almeno otto mesi. È la prima volta nella storia che il sarcofago di Tutankhamon viene aperto. Il ministro ha rivelato anche che l’antico manufatto si trova in un cattivo stato di consercazione, dato che non è mai stato restaurato. Ora, a 97 anni dalla sua scoperta, avvenuta nel 1922 ad opera dell’archeologo britannico Howard Carter, finalmente il sarcofago di Tutamkhamon avrà una nuova luce. La bara del farone, in legno e oro, misura 2,23 metri di lunghezza ed è decorata con simboli faraonici, quali scettro e flagello, e ritratti del giovane re, come riferisce il giornale.  Nel secolo scorso, “negli strati di intonaco dorato, in particolare quelli del coperchio e della base“, sono comparse alcune crepe, che hanno spinto il ministro a ordinare il restauro.


Il faraone regnò in Egitto nel XIV secolo avanti Cristo, per nove anni, considerati il periodo di splendore della civiltà egizia. La sua bara, una delle tre che compongono la tomba, è stata recentemente trasferita dalla Valle dei Re al Grande Museo d’Egitto, il nuovo museo in costruzione vicino alle piramidi di Giza. Qui, il sarcofago restaurato verrà esposto alla fine del 2020, insieme ad altri oggetti legati alla figura del faraone.


Tags: