Hong Kong, la Cina minaccia gli attivisti

in Esteri/Le Brevi

Continua il braccio di ferro tra la Cina e gli attivisti di Hong Kong. La Repubblica Popolare li ha messi in guardia dallo “scherzare con fuoco”, nel loro continuare ad opporsi alla proposta di legge sulle estradizioni a beneficio di Pechino. Lo riferiscono in queste ore alcuni media italiani.

Durante una conferenza stampa che ha avuto luogo nella capitale cinese, Yang Guang, portavoce dell’Ufficio affari di Hong Kong e Macao del Consiglio di Stato (Hkmao), il maggiore organismo governativo che si occupa delle politiche relative alla ex colonia britannica, citato dalla BBC, ha ammonito coloro che stanno partecipando alle manifestazioni, di “non sottovalutare la ferma determinazione del governo centrale” cinese e accusato “forze anti-cinesi” delle violenze che stanno avvenendo in città durante i raduni di piazza. Guang – all’indomani dello sciopero generale che ha paralizzato la città-stato – ha anche avvertito che le punizioni per questi episodi sono solo “una questione di tempo”. Si tratta della seconda conferenza stampa tenuta dall’Hkmao, da quando Hong Kong è tornata sotto la sovranità cinese, nel 1997.

Non si è fatta attendere la risposta degli attivisti: tre di loro, con le magliette nere, maschere e caschi gialli usati nelle proteste, hanno ribadito in una controconferenza che non si piegheranno alla Cina, che vogliono le dimissioni della governatrice Carrie Lam (la quale, visto quanto è successo, ha sospeso la discussione in Parlamento della legge sulle estradizioni, ma non l’ha revocata) e le hanno chiesto di ascoltare le richieste dei cittadini di Hong Kong.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

UNA IPOCRITA PAURA

di Adriano Segatori Tanti anni fa era consuetudine diffusa parlare di “brutto
Vai a Inizio pagina