USA, nuova sparatoria causa 9 morti E' successo a Dayton, nell'Ohio.

in Esteri/Le Brevi

Nuova sparatoria negli USA, a poche ore da quella avvenuta ad El Paso, città texana da dove tra l’altro proviene il candidato presidenziale Beto O’Rourke: l’ultimo episodio è capitato fuori da un bar della città di Dayton, distretto di Oregon, nell’Ohio. Almeno 7 i morti, ha comunicato l’ANSA, che ha riportato la notizia diramata dal Dayton Daily News. Poi si è saputo che le vittime sono per l’esattezza 9.

Nelle prime ore del mattino di oggi, domenica 4 agosto, è giunta alla polizia la segnalazione che un uomo stava sparando. Inizialmente si era parlato di un complice che sarebbe fuggito a bordo di una jeep sicura, mentre uno dei due autori sarebbe stato ucciso. Poi, però, si è saputo che il killer era uno solo: Connor Betts, 24 anni, il quale, prima di venire colpito a morte a sua volta dalla polizia, ha ucciso anche la sorella, Megan, 22 anni. Le autorità hanno successivamente effettuato una perquisizione nell’abitazione della famiglia di Betts, nel comune di Bellbrook, a circa 25 miglia da Dayton.

Intanto i media USA rendono noto che il bilancio della strage nel supermercato della catena Walmart ad El Paso sarebbe 22 vittime, fra cui 4 bambini. Arrestato un sospetto: un 21enne che per colpire avrebbe utilizzato un il fucile d’assalto Ak-47.

Quasi una settimana fa c’era stata la sparatoria al Gilroy Garlic Festival di San Josè, in California. Tre le vittime, tra cui un bambino di 6 anni, il piccolo Stephen Romero, e almeno 15 feriti. Successivamente la polizia ha ucciso lo sparatore, Santino William Legan, 19 anni, di origini italo-iraniane, e a quanto si legge sui suoi unici due post su Instagram poco prima della strage, sostenitore del “suprematismo bianco”.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina