FOTO ARAB NEWS

Yemen: grazie all’aiuto Emirati Arabi Uniti le vittime di guerra vengono curate in India

in Esteri/Le Brevi

Il comportamento silenzioso di Mansoor Ali Mastor nasconde un fuoco che porta dentro con sé. Le sue gambe amputate non hanno smorzato il suo spirito per tornare sul campo di battaglia. Ora sta aspettando che le sue gambe artificiali siano montate in modo da poter stare in piedi.Il contadino di 28 anni è di Hodeidah, un distretto nel nord-ovest dello Yemen. Alla fine dell’anno scorso ha rinunciato all’agricoltura, poiché i ribelli Houthi hanno piantato mine antiuomo nel suo campo e si sono arruolati nell’esercito per combattere la milizia appoggiata dall’Iran. Suo padre è stato rapito e tenuto in cattività per un anno. Nel marzo di quest’anno, mentre camminava lungo la strada che portava a casa sua, una mina terrestre reclamò entrambe le gambe. Negli ultimi quattro mesi è stato all’ospedale Medeor di Nuova Delhi. “Gli Houthi hanno piazzato bombe non solo nei campi ma anche nella nostra cucina. Per noi vivere è una sfida quotidiana “, ha detto Mastor. “Sto solo aspettando che le mie gambe artificiali si adattino, così posso tornare a casa e combattere. Sono davvero grato al governo degli Emirati Arabi Uniti per avermi dato una nuova speranza nella vita e sono grato all’ospedale Medeor per avermi nutrito. ”

Anche Helmi Mahfoodh, ventunenne, si sta curando per la sua gamba gravemente ferita a Medeor. Proveniente da Al-Wazaia nel distretto di Taiz nello Yemen, la gamba sinistra di Mahfoodh è stata gravemente ferita da una mina terrestre mentre stava combattendo gli Houti. Dopo aver trascorso quattro mesi in ospedale, sta aspettando di tornare a casa. “Siamo grati all’Arabia Saudita e agli Emirati Arabi Uniti per aver sostenuto il popolo dello Yemen”, ha detto. Anche lui stava prendendo in considerazione l’idea di diventare un contadino, ma “l’insurrezione di Houthi ha destabilizzato le nostre vite. Dobbiamo eliminarli per il futuro dello Yemen “.

Negli ultimi due anni oltre 1.000 feriti dello Yemen – sia soldati che civili – sono stati portati a Nuova Delhi per essere curati. Alcune lesioni sono state così complesse che i medici dell’ospedale Medeor hanno dovuto eseguire più interventi chirurgici.

Il governo degli Emirati Arabi Uniti ha finanziato il trattamento e l’India ha facilitato il processo, rilasciando visti alle persone ferite e ai loro accompagnatori.

“Gli Emirati Arabi Uniti hanno forti legami bilaterali e cooperazione con l’India e l’assistenza sanitaria è una delle aree di collaborazione più importanti”, ha affermato il dott. Ahmed Al-Banna, ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti in India.

“Il governo degli Emirati Arabi Uniti, nell’ambito della sua responsabilità internazionale in materia di aiuti umanitari, ha scelto l’ospedale Medeor come partner per fornire strutture sanitarie ai feriti yemeniti. Da luglio 2016 abbiamo aiutato oltre 1.000 persone dello Yemen in India “, ha aggiunto Al-Banna in una conferenza stampa a Delhi la scorsa settimana. Aiutare gli Emirati Arabi Uniti è il Movimento internazionale della Croce rossa e della Mezzaluna rossa, un gruppo umanitario che aiuta le persone nella zona di conflitto. Al-Banna afferma che la coalizione a guida saudita che combatte gli Houthi stava facendo del suo meglio per assicurarsi che non vi fossero vittime civili.Shamsheer Vayalil, presidente e amministratore delegato di VPS Health Care, ha dichiarato ad Arab News: “La missione è stata iniziata dal principe ereditario di Abu Dhabi, Shaikh Mohammad bin Zayed Al-Nahyan.

“Siamo estremamente privilegiati del fatto che il governo degli Emirati Arabi Uniti si sia fidato di noi per inviare i pazienti yemeniti nel nostro ospedale per le cure. Abbiamo formato un team speciale di medici e infermieri specializzati “, ha aggiunto.

Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina