Russia, famosa influencer trovata morta in una valigia La ragazza, 24 anni, è stata trovata senza vita in appartamento che aveva preso in affitto a Mosca.

in Esteri/Le Brevi

Choc in Russia, dove una famosa influencer, Ekaterina Karaglanova, 24 anni (ne avrebbe compiuti 25 ieri, martedì 30 luglio), è stata trovata morta venerdì scorso, chiusa in una valigia in un appartamento da lei preso in affitto a Mosca. La notizia è stata riportata anche dai media italiani. Sul cadavere ci sono ferite da arma da taglio (che non è stata trovata), tra cui una più profonda alla gola. Gli investigatori non escludono il femminicidio. Ekaterina, che poteva vantare oltre 85.000 followers su Instagram, era una studentessa di medicina.

La polizia ha riferito che le telecamere a circuito chiuso, hanno ripreso l’ex fidanzato della ragazza entrare nel condominio di quest’ultima e uscirne dopo alcune ore. Successivamente l’uomo ha lasciato la Russia, ma non è chiaro se sia indagato o meno.


Sono stati i genitori di Ekaterina a far scattare l’allarme: da alcuni giorni non riuscivano a contattarla, così hanno telefonato al padrone di casa e venerdì sono entrati con lui nell’appartamento, facendo la macabra scoperta del cadavere della figlia.

La ragazza aveva aperto un blog di viaggi e pubblicava post, ovviamente con foto, delle sue vacanze: era venuta anche a Milano e a Venezia. L’ultima sua meta era stata Corfù.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it


Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina