California, il killer del festival era un suprematista Santino William Legan, 19enne d'origini italo-iraniane, aveva scritto post misogini e razzisti.

in Esteri/Le Brevi

Emergono alcuni dettagli sull’identità del killer del Gilroy Garlic Festival di San José, in California: si tratta di un 19enne a quanto pare di origini italo-iraniane, Santino William Legan, ucciso in uno scontro a fuoco con la polizia dopo la strage, hanno comunicato anche i media nazionali. E’ emerso che il ragazzo sarebbe stato un suprematista che esaltava la superiorità della razza anglosassone. Lo si evince dai suoi post, solamente tre, pubblicati su Instagram solo pochi giorni fa. Prendeva di mira gli stranieri e soprattutto gli ispanici negli Stati Uniti, inoltre riservava invettive alle donne. Faceva riferimento al libro proprio di un suprematista bianco, pubblicato nel 1890: “Might is Right”, scritto con lo pseudonimo di Ragnare Fedberad. Risulta anche che il ragazzo avesse avuto gravi problemi in famiglia: il nonno, Tom Legan, che aveva frequentato la prestigiosa accademia militare di West Point, era stato successivamente accusato e poi assolto dall’accusa di aver molestato la figlia.

Per quanto riguarda il bilancio delle vittime della tragedia del Gilroy Garlic Festival, si è aggravato: oltre a un bambino di 6 anni e a un ragazzo di 20, ha perso la vita anche una ragazzina di 13. I feriti, invece, sono 12.

Alessandra Boga

info@almaghrebiya.it

Sono nata a Magenta (MI) il 26/08/1980 e vivo a Meda, in provincia di Monza e Brianza. Dopo la Maturità Classica, mi sono laureata in Scienze dell’Educazione (2004) con una tesi in Pedagogia Interculturale intitolata “Donna e Islam: la questione del velo”. Ho scritto due racconti sui diritti delle donne, uno sulle arabe e musulmane intitolato “Dopo la Notte” (Ed. Filo, 2009) e l’altro incentrato sulla figura di Olympe de Gouges, autrice della “Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina” (1791, epoca della Rivoluzione Francese). Dopo la laurea ho scritto su molti giornali online ed alcuni cartacei.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina