Coldiretti: come il terrorismo influisce sulle vacanze

in Cronaca/Le Brevi

Secondo un’analisi, svolta da Coldiretti-Ixè, la grande maggioranza degli italiani privilegia la permanenza in Italia, anche se ci sono alcuni che varcano lo stesso i confini per i propri luoghi di villeggiatura e il terrorismo è una minaccia sempre presente nelle menti degli italiani, che arrivano addirittura a modificare i piani delle vacanze. Più di un italiano su quattro, circa il 26%, viene condizionato nella scelta della vacanza per la paura del terrorismo internazionale.

L’86% resta in italia anche se quest’anno si è registrata una ripresa delle destinazioni verso l’Africa, precisamente Tunisia ed Egitto, in sofferenza negli scorsi anni. Più stranieri, invece, scelgono l’Italia come paese più sicuro rispetto ai problemi legati al terrorismo anche in relazione ad altre destinazioni europee. Con ben 216,5 milioni di pernottamenti nel 2018, supera la Francia e cresce del 2,8% a differenza della Spagna che sembrerebbe in flessione.


In caso di rettifica dell’articolo inviare un’email all’indirizzo: redazione@almaghrebiya.it

 

Costantino Pistilli


Sono nato nel 1980, ho scritto per L'Occidentale, L'Opinione, altre testate e ho lavorato per la Commissione Affari esteri del nostro Parlamento. Collaboro con Almaghrebiya da un po' di tempo occupandomi principalmente di argomenti afferenti la politica estera, soprattutto mediorientale.

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina